Nostre iniziative

Presentazione ANNALI STORICI, 16.10.2018-001

“Il vero Paese è quello che costruiamo con il nostro lavoro”.
G. Ambrosoli

Omaggio alle arti, ai mestieri, alle professioni che costruiscono l’Italia delle piccole, grandi comunità

INVITO AI CITTADINI SALERNITANI E DEL SALERNITANO

Il vero Paese è quello che costruiamo con il nostro lavoro, ebbe a dire Giorgio Ambrosoli.

L’11 luglio 1979, in Milano, all’età ancora verde di 45 anni, moriva – assassinato da un sicario mandato dal banchiere Michele Sindona – l’Avv. Giorgio Ambrosoli. Sua unica colpa aver voluto adempiere, con onestà e diligenza, all’incarico di Commissario Liquidatore della Banca Privata Italiana. Ambrosoli aveva costruito un pezzo di Paese, un pezzo di coscienza della Nazione, con la propria attività professionale e con il proprio sacrificio.

L’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno, costantemente rivolta ad onorare la memoria dell’Avvocato, intende realizzare una pubblicazione che racconti le storie di esponenti della società civile, per adesso limitate a Salerno ed alla sua immensa e bella provincia, di qualsiasi settore – dal lavoro manuale a quello intellettuale; dal terziario al professionismo; dai servizi all’attività individuale, manageriale o imprenditoriale e così via – meritevoli di un pubblico ringraziamento e di un plauso per aver contribuito, con la propria attività lavorativa, allo sviluppo dell’ambito territoriale in cui hanno operato e/o operano.

Ambito limitato anche ad un solo paese o ad una semplice frazione o località: infatti, come non ritenere che la provincia di Salerno consista, di fatto, in una miriade di piccole e piccolissime comunità di persone che rappresentano, l’una per l’altra, sostegno e riferimento?

Prioritariamente, l’intento propugnato consiste nell’onorare le attività ed i mestieri a volte meno celebrati ma non per questo meno importanti della nostra comunità: pensiamo all’orologiaio che conserva la tradizione di famiglia; al meccanico che esercita onestamente l’attività da svariate decine d’anni sempre nello stesso luogo; all’infermiere che aiuta – anche oltre il proprio orario di lavoro – famiglie bisognose di cure; all’operatore scolastico che si prende particolare cura di generazioni di studenti; al cancelliere che, da anni ed anni, ha a cuore l’andamento della Giustizia e rappresenta salda ancora per magistrati ed avvocati; ma anche all’imprenditore che crea occupazione e dignità con le proprie idee ed il proprio stile; all’artista che onora il Territorio divulgandone origine e cultura; al medico apprezzato per la scienza e l’umanità; all’insegnante che ha plasmato migliaia di giovani menti… esempi generici, ma tesi a lasciar comprendere il senso dell’iniziativa.

Si deve trattare di persone che hanno cambiato e segnato virtuosamente, con il proprio lavoro, un determinato ambito; che rappresentano od hanno rappresentato un punto di riferimento per i propri concittadini con la loro presenza; che possono esemplificare, anche a dispetto di una minor pubblicità, quell’anelito all’onestà ed all’impegno di cui Ambrosoli fu Maestro. Persone che, in definitiva, sono il fulcro, il cuore di una comunità così unica, irripetibile, umana nel vero senso del termine. Queste persone meritano un “grazie”. E noi proveremo a farlo!

La procedura ed il fine

Naturalmente, in conformità agli scopi dell’Associazione e coerentemente con la sua giovane storia, l’Associazione non domanda alcun tipo di contributo economico per la partecipazione: sarà nostra cura provare a rinvenire partner, pubblici e/o privati, desiderosi di incoraggiare ed assistere l’idea.

Condizioni essenziali sono le seguenti: l’invio, alla mail pasqualedaiuto@hotmail.com, di una sola candidatura, che sia accompagnata da una fotografia della persona in esame, dall’indicazione dei suoi dati personali, dalla descrizione della sua storia umana e delle ragioni per cui sarebbe giusto inserirla in una pubblicazione con le caratteristiche e le motivazioni sopra illustrate. Sarà necessario anche generalizzare i propri dati personali ed indicare i contatti per ogni eventuale comunicazione. Saranno graditi articoli, pagine di pubblicazioni, documenti ufficiali, riconoscimenti e così via, che semplificheranno notevolmente il nostro lavoro di verifica e selezione.

Il dichiarante, inoltre, dovrà – per questa prima fase di semplice “raccolta”, quindi precedente alla scelta delle storie da pubblicare ed alla pubblicazione effettiva, allorquando si procederà ad ogni ulteriore step opportuno o necessario – affermare, sotto la propria responsabilità, di essere autorizzato a trasmettere i dati personali del soggetto prescelto all’Associazione ed autorizzare, a sua volta, l’utilizzo dei propri dati personali ai sensi della disciplina in tema di riservatezza e privacy – D. Lgs. 30.6.2003, n. 196, Codice in materia di Protezione dei Dati Personali e ss.mm.ii.; Decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101 – Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonche’ alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati – G.U. Serie Generale n.205 del 04-09-2018.

In seguito, come già anticipato, saranno operate tutte le ulteriori dichiarazioni ed autorizzazioni necessarie. Il Responsabile per la gestione dei dati è il sottoscritto Segretario e Fondatore dell’Associazione, Avv. Pasquale D’Aiuto del Foro di Salerno.

Ulteriore condizione fondamentale – in considerazione delle concrete esigenze organizzative della nostra Associazione per operare al meglio – è che il tempo della pubblicazione, le iniziative correlate, il numero di pagine del libro, la scelta delle persone e delle storie, il luogo delle eventuali manifestazioni legate all’iniziativa, la qualità e quantità dei benefattori che la sosterranno e, in breve, qualsiasi scelta strategica, sostanziale, di merito, nessuna esclusa, saranno a discrezione dell’Associazione. La ragione fondamentale è che, prima di coinvolgere altri soggetti, pubblici o privati, intendiamo assicurarci che l’idea possa essere gradita alla gente ed attrarre un numero sufficiente di adesioni; inoltre, considerando l’autosufficienza, l’autonomia e la libertà assoluta della nostra Ambrosoli, nostro segno distintivo, vogliamo organizzare con calma e serenità il lavoro e verificare l’esattezza degli ulteriori passaggi, anche ai sensi di Legge, sino alla pubblicazione, soprattutto a tutela dei diritti delle persone coinvolte, a qualsiasi titolo. Senza contare che dobbiamo essere ragionevolmente certi in relazione alla veridicità delle storie ed al contegno di vita delle persone coinvolte, le quali debbono costituire un esempio anche nella loro vita privata. Altrimenti, rischiamo di vanificare il senso dell’iniziativa. Pertanto, ci riserviamo qualsiasi attività, richiesta, regolamentazione ulteriori – passo dopo passo, sino alla pubblicazione – nessuna esclusa; nè questa proposta può costituire, in alcun caso, impegno giuridico, in capo all’Associazione od ai suoi membri o delegati, di completare qualsivoglia attività od iniziativa particolare o generale: siamo nella fase di raccolta dati e di sondaggio sulla buona riuscita della cosa. Ma ce la metteremo tutta per farla!

Una Commissione, formulata liberamente e discrezionalmente dall’Associazione Ambrosoli, comprendente autorevoli e specchiati personaggi della società civile salernitana, avrà facoltà di decidere gli effettivi inclusi; così, ci riserviamo anche la facoltà di inserire gli eventuali esclusi in ulteriori iniziative, ovviamente dello stesso, identico tenore. Il dialogo con gli aderenti sarà sempre assicurato.

Si tratta, riteniamo, di un’iniziativa volta a valorizzare la cultura territoriale del lavoro, per il tramite della celebrazione di persone che hanno rispecchiato, con impegno e serietà, l’animo della nostra terra. Speriamo che la pubblicazione – e, nei nostri auspici, un Premio – possano divenire appuntamento periodico, con il fine di incentivare e celebrare i comportamenti virtuosi dei nostri conterranei.

Stiamo lavorando per rendere questo sogno una bella e lieta realtà: aspettiamo adesioni e contiamo sul Vostro preziosissimo incoraggiamento.

Siamo fiduciosi che il nostro invito godrà di un soddisfacente riscontro, in linea con le intenzioni liberali dell’evento. Vi aspettiamo, con viva cordialità.

Pasquale D’Aiuto

Invito Seminario Ass. Giorgio Ambrosoli Salerno a Vallo Lucania, 17.10.2018, immagine

 


21.5.2018: un’aula Parrilli gremita ha accolto i relatori del nostro ultimo incontro. Toccanti e tutt’altro che di stile i saluti; interessanti ed attuali le relazioni.

Un seminario che è stato l’occasione per presentare un pregevole libro ma che non si è affatto limitato a questo: si è parlato di politica ambientale, economia, territorio, contrasto tra legislazione nazionale e sovra-nazionale, successione di Leggi nel tempo, prescrizione e tanto altro. L’illecito urbanistico è stato oggetto di un’analisi sociale, oltre che giuridica.

Ben due Consigli dell’Ordine concedenti crediti formativi, Presidente della Corte d’Appello, Procuratore Generale della stessa Corte e Presidente dell’ORDAVVSA in aula ad introdurre il tema, con saluti nient’affatto banali.

Grazie a tutti. Siamo stati onorati di farne parte. In particolare, grazie al mio Presidente Americo Montera perchè ci mette non solo la propria persona ed il proprio tempo ma, soprattutto, il sorriso e la partecipazione emotiva. Grazie.

Di seguito, un paio di scatti. A presto!

20180605_155405

20180605_155326

Locandina Ambrosoli 21 maggio 20187e0b3bb7-defd-47b3-94d3-0d220b0c9cc8

5ae116a7-a5ee-4e49-b543-ef1bcd8badf2

Foto tratte dal nostro ultimo incontro.

Un successo. Fatto di partecipazione, approfondimento, feeling, cultura – giuridica e non.

Ringrazio tutti i partecipanti al Convegno-incontro editoriale di iersera in Provincia, dal titolo “Intelligence. Legalità, segreto, prassi”, nel corso del quale è stato presentato il pregevole libro del giornalista Salvatore Pignataro, “L’intelligence, oggi”.
Patrocinatori, Introduttori, Relatori, Colleghi, esponenti della Polizia di Stato, pubblico accorso.

In particolare, il mio Consiglio dell’Ordine, in persona del Presidente Americo Montera, che sostiene, con la consueta, benevola attenzione, l’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno, accordandoci – eseguito il consueto check dei requisiti imposti dal CNF – l’onore di attribuire Crediti Formativi Professionali ai Colleghi Avvocati.

E, naturalmente, la Provincia, padrona di casa, in persona del Presidente Giuseppe Canfora – con la cara Dott.ssa Mara Mastrullo ed il suo Ufficio ad ascoltarci e guidarci – che ci ospita così spesso e così bene.

E’ stato un vero ed immeritato piacere poter organizzare e moderare questo seminario.

Grazie a chi ci ha dedicato tre ore del proprio tempo – merce sempre più preziosa, al giorno d’oggi.
Siamo felici di quel che ogni volta costruiamo. Tutti insieme!

(Crediti per le foto: Avv. Maria Speranza Esposito, Avv. Aurelio Taiani)

Locandina Ass. G. Ambrosoli 23.3.2018Presentiamo “Cartellino felice”, di Crescenzo Invigorito! Vi aspettiamo ad Afragola.

Cartellino

L’Associazione ha presentato, davanti ad un foltissimo pubblico, IL SEMINARIO SUL TEMA “GIOCHI DI STATO E TUTELA DEL CONSUMATORE” – VENERDÌ 17 NOVEMBRE 2017, ore 15:00. Salerno, Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia – AULA CONSILIARE. L’evento è stato “formativo” per le Forze di Polizia, gli studenti dell’Università di Salerno e gli Avvocati accorsi.

Locandina Ambrosoli 17.11.2017 superDEF-1


L’Associazione, che tra i propri scopi associativi vanta il sostegno alla cultura, ha presentato il libro “La storia di un uomo solo”, di Donato D’Aiuto – Graus Editore, in Piazza Vanvitelli 10/A, presso la libreria Mooks, il 14 novembre 2017 alle ore 18:00.

Ne ha parlato con l’Autore la giornalista Bianca Fasano.

Sul web

LOCANDINA D'Aiuto Napoli


Intitolata una via a Giuseppe (Pino) Grimaldi a Giffoni Sei Casali (SA).

Sabato 30 settembre 2017, alle ore 16:30, al casale Prepezzano di Giffoni Sei Casali, in Lungofiume località Ramiera, si è tenuta la cerimonia d’intitolazione di “Via Giuseppe Grimaldi (1930–1981), Medaglia d’Oro al valor civile”. Il Comune di Giffoni Sei Casali, difatti, su invito dell’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno, ha deliberato prontamente, con atto di Giunta Comunale n. 22 del 2 marzo 2017, l’intitolazione di una strada in favore di Giuseppe (Pino) Grimaldi, Segretario particolare dell’Avv. Leopoldo (Dino) Gassani, con il quale condivise sia la coraggiosa tempra che il barbaro assassinio da parte della criminalità organizzata, il 27 marzo del 1981 e con questi è stato insignito della Medaglia d’Oro al valor civile in data 26.5.2009 da parte del Presidente Giorgio Napolitano Per aver pagato con il proprio olocausto la dedizione alla Toga ed alla Legge”.

“Chi per la gloria muor/vissuto è assai/La fronda dell’allor/non langue mai”, fece cantare nella sua opera, dal coro presente nella nona scena del primo atto, nella “Caritea, regina di Spagna” (ossia La morte di Don Alfonso re di Portogallo), il compositore Saverio Mercadante e a queste parole fecero fede i fratelli Bandiera, fedeli Mazziniani che, mutandole in “Chi per la patria muor/vissuto è assai”, le ritennero le più opportune per chiudere le loro vite. In questi tempi, dove “L’Italia è fatta”, ma si cerca di distruggerne gli ideali più profondi, si è vista la giusta partecipazione alla manifestazione di un vasto pubblico di cittadini, assieme al Sindaco Francesco Munno, al Questore della Provincia di Salerno Dott. Pasquale Errico, all’Avv. Gian Ettore Gassani – figlio di Dino – al Dott. Ubaldo Grimaldi, fratello di Pino e, per per l’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno, il presidente Dott. Raffaele Battista.

Pino è uno di quegli eroi che più di quanti, per ragioni di belligeranza, si trovano a morire su un fronte di guerra, ebbe il presentimento di quanto gli sarebbe accaduto ma non indietreggiò. Fu udito ripetere spesso: «Io morirò con l’avvocato Gassani». Avrebbe, come il suo amico, potuto tirarsi indietro, provarsi a convincere l’avvocato a rinunciare al lavoro che lo vedeva coinvolto in merito al rapimento di due imprenditori campani, per questioni legate alla testimonianza di un cliente. In precedenza, difatti, erano state prodotte contro l’avvocato Gassani diverse minacce di morte da parte della camorra ma questi non volle retrocedere in forza della paura e così vennero barbaramente uccisi entrambi, nello studio del Legale in Salerno. Avevano entrambi cinquantun anni.

Pino Grimaldi era divenuto l’ombra dell’avvocato Gassani, per non lasciarlo solo nel pericolo, anche in quanto amico di famiglia e videro la morte assieme, per mano di due emissari della camorra. Occorre dunque rimarcare che la società non dimentica i suoi martiri ed appare davvero un bel gesto quello dell’Amministrazione comunale di Giffoni Sei Casali che, in tempi brevissimi, ha voluto rendere omaggio al ricordo dello sfortunato e coraggioso concittadino. Come Giorgio Ambrosoli, cui è dedicata la nostra Associazione, anche Pino Grimaldi merita il ricordo costante e l’attenzione di quanti conoscono il loro sacrificio: “Chi per la patria muor, vissuto è assai”.

Sul web molti link (primo fra tutti, l’articolo su La Città di Salerno). Per info, rimandiamo anche al sito del Comune di Giffoni sei Casali.

(Tratto dall’articolo del nostro Ufficio Stampa)


Aula consiliare gremita e (divertito) interesse per il SEMINARIO SUL TEMA “LA PROVA SCIENTIFICA NEL PROCESSO CIVILE E PENALE”, VENERDÌ 7 APRILE 2017, Salerno, Palazzo Sant’Agostino – sede della Provincia – AULA CONSILIARE

SALUTI. INTRODUZIONE SUL TEMA a cura dell’Avv. Gianluca D’Aiuto, Professionista iscritto al Foro di Vallo della Lucania

RELATORI E TEMI:

Dott. GIUSEPPE SANTORELLI, Perito grafico forense, Membro ordinario dell’Accademia Italiana Scienze Forensi nonché dell’Associazione Grafologica Italiana, cultore della materia criminalistica, “Il problema della prova scientifica nel processo penale”

Dott. VINCENZO CAIAZZO, Colonnello dell’Arma dei Carabinieri, Comandante della Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Napoli, “La ricerca della prova scientifica nell’attività d’indagine”

Dott. LUIGI LEVITA, Magistrato, “Il ruolo del giudice nel ventaglio delle ipotesi ricostruttive. La motivazione del metodo scientifico”

Dott. GIORGIO CARUSO, Gruppo Cattolica Assicurazioni, Responsabile Rete fiduciari, “Il problema del falso nel sistema assicurativo: analisi del fenomeno, nuovi strumenti, casi concreti, soluzioni adottate”

MODERATORE: Avv. Pasquale D’Aiuto, professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno. Co-Fondatore e Segretario dell’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno

Attività formativa accreditata dal CNF ai fini della formazione professionale continua (n. 3 crediti). Ingresso libero con identificazione e firma ingresso/uscita ai fini formativi. Organizzazione: Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno http://www.giorgioambrosolisalerno.wordpress.com

Dicono di noi (tra tanti): http://www.ilsudonline.it/la-prova-scientifica-nel-processo-civile-penale/

http://www.cilentonotizie.it/dettaglio/?ID=32762&articolo=salerno-grande-successo-di-pubblico-per-il-seminario-la-prova-scientifica-nel-processo-civile-e-penale

http://www.frosinonemagazine.it/salerno-grande-successo-di-pubblico-per-il-seminario-la-prova-scientifica-nel-processo-civile-e-penale-organizzato-dallassociazione-giorgio-ambrosoli-salerno-nell/

Inoltre, l’Associazione sta organizzando, assieme alla Fondazione Alario per Elea-Velia, il Premio Giorgio Ambrosoli per il Cilento.

Seguiranno aggiornamenti.

In data 19 febbraio 2016, ore 15:30 – 18:30, si è tenuto il SEMINARIO SUL TEMA “RESPONSABILITÀ MEDICA: INQUADRAMENTO, PRASSI, INFORMAZIONE, ASSICURAZIONE”, presso il Palazzo Sant’Agostino – sede della Provincia – in Salerno, aula consiliare. Aula, per l’occasione, gremita!

SALUTI , INTRODUZIONE. RELATORI E TEMI

Dr.ssa Monica Contaldi, Medico chirurgo, specialista in Medicina legale: “Il ruolo del Medico Legale nelle controversie in materia di Responsabilità Professionale”

Dr. Raffaele Ferraioli, Medico chirurgo, Specialista in Anestesiologia e Rianimazione nonché Cardiologia, Consulente Istituto Polidiagnostico “Medicanova S.p.A.”, Battipaglia; già Direttore Generale d’Azienda Sanitaria Locale, già membro del Consiglio Generale d’Indirizzo della Fondazione Scuola Medica Salernitana: “Professionalizzazione e responsabilità in ambito sanitario”

Dott. Cesare Taraschi, Magistrato ordinario in servizio presso il Tribunale di Salerno con funzioni di giudice civile: “Il consenso informato. Risvolti in termini di responsabilità medico-professionale”

Dott.ssa Giuliana Casamassima, Allianz S.p.A., Responsabile Attuariato e Sviluppo Prodotti Rami Vari, Area Tecnica Rami Vari: “Perché le compagnie che assicurano la responsabilità civile sanitaria operano in un mercato complesso: elevato numero di sinistri denunciati; ampliamento dell’ambito di responsabilità; alto costo medio del sinistro, instabilità del quadro legislativo”

Dott. Riccardo Rolla, Allianz S.p.A., Responsabile Ufficio Assuntivo Casualty – Direzione MidCorporate: “Focus sulle strutture sanitarie: risk management; principi di valutazione del rischio; casi effettivi di sinistro”

MODERATORE: Avv. Pasquale D’Aiuto, professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno. Co-Fondatore e Segretario dell’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno

Attività formativa accreditata dal CNF ai fini della formazione professionale continua con n. 3 crediti concessi dall’Ordine degli Avvocati di Salerno.

Nostri fondamentali sostenitori:

EDILART, Via Rio Secco, 11 Fisciano (SA),www.costruzioniedilart.it e

TECNOCHIMICA, Via delle Muratelle, 6 Salerno,www.tecnochimicasalerno.it

Cerimonia d’inaugurazione di “Largo Francesca Villecco” in Montecorvino Pugliano. 28.7.2015.

L’Associazione vanta tra i propri compiti istituzionali la preservazione della memoria di quanti furono incolpevoli vittime della criminalità organizzata, martiri di una delinquenza diffusa e talmente cieca da non risparmiare neanche indifesi cittadini, colpevoli soltanto di essersi trovati al momento sbagliato… nel luogo peggiore.

Pertanto, con tale intento, ha domandato l’intitolazione di un luogo al pubblico in favore della signora Francesca Villecco, nata a Montecorvino Pugliano (SA) il 09.06.1932 e deceduta a Bivio Pratole di Montecorvino Pugliano il 14.10.1988, vittima innocente di un agguato di stampo mafioso perché, gestore del bar del marito, fu raggiunta da colpi di arma da fuoco che, oltre a provocare la morte di un avventore – unico obiettivo dell’agguato – causarono anche il di lei tragico decesso, nonostante l’estremo tentativo di sottrarsi agli spietati assassini.

Ebbene, in frazione Santa Tecla esiste un largo, di fronte a Via Bernardo Della Corte, ove la signora Francesca ha vissuto l’infanzia e la giovinezza con i suoi familiari e le amiche: quel luogo, così caro, è stato intitolato a lei.

L’Amministrazione comunale di Montecorvino Pugliano ha, in tempi brevissimi, voluto rendere omaggio al ricordo, sentito e significativo, della sfortunata concittadina; pertanto, con l’afflato che una simile evenienza merita, ha prontamente reso possibile l’intento.

Quindi, Comune di Montecorvino Pugliano ed Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno sono stati lieti di invitare la popolazione alla cerimonia d’inaugurazione di Largo Francesca Villecco (adiacenze Via Bernardo Della Corte, come detto, frazione Santa Tecla), martedì 28 luglio 2015 alle ore 18:30, per vivere insieme un momento di autentica crescita civica.

“Il vero paese è quello che costruiamo con il nostro lavoro”.

Giornata in memoria di Giorgio Ambrosoli.

Lunedì 11 maggio 2015, alle ore 17:30, si è tenuto in Eboli, nell’ambito del nuovo Largo Giorgio Ambrosoli – alle spalle della centralissima chiesa di San Bartolomeo – una cerimonia in memoria dell’Avv. Giorgio Ambrosoli, barbaramente ucciso, l’11 luglio 1979, in Milano, all’ancora verde età di 45 anni, da un sicario al soldo del banchiere Michele Sindona. Sua unica colpa aver voluto adempiere, con onestà e diligenza, all’incarico di commissario liquidatore della banca privata italiana.

La cerimonia – preceduta dalla visione, destinata agli allievi delle scuole superiori, in mattinata, presso l’istituto d’istruzione superiore “Perito – Levi”, del film “Un eroe borghese”, pellicola del 1995 diretta da Michele Placido e tratta dal romanzo omonimo di Corrado Stajano – è stata ideata dall’associazione Giorgio Ambrosoli Salerno, di concerto e con il patrocinio morale e materiale del comune di Eboli, in persona del commissario prefettizio dott.ssa Vincenza Filippi.

Per l’associazione partecipavano il presidente, Dott. Raffaele battista, Capo di gabinetto presso la Questura di Salerno ed il segretario, Avv. Pasquale D’Aiuto.

Tra l’altro, il presidente Raffaele Battista ricordava la figura dell’Avvocato e la Dott.ssa Flippi leggeva la struggente e profetica lettera lasciata alla moglie Anna, qui sul nostro sito web.

L’Associazione ha organizzato, assieme a JURIMPRESA e con il patrocinio del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Salerno, l’incontro sul tema “Il Modello Organizzativo del D. Lgs. 231/01”, tenutosi LUNEDÌ 22 DICEMBRE 2014, dalle ore 15:00, presso il Centro Congressi Internazionale “Salerno Incontra”, Salone Genovesi – Via Roma, Salerno.
L’appuntamento intende essere il primo di un ciclo di seminari in tema di Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231, “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300“.
Dopo i saluti di rito, hanno parlato l’Avv. Nunzia Vitale, Componente dell’Organismo di Vigilanza presso Terra di Lavoro S.p.A. e l’Avv. Maria Rosaria Amodio, Esperta nei rapporti tra imprese e pubbliche amministrazioni. Ha moderato l’Avv. Pasquale D’Aiuto, segretario.
Gli avvocati accorsi e presenti sino al termine dell’incontro hanno ottenuto tre (3) crediti formativi professionali.

Ingresso libero.

A Castelnuovo Cilento (SA), il 5 aprile 2014, rappresentata dal Segretario, Avv. Pasquale D’Aiuto, l’Associazione ha partecipato all’evento

‘Cittadella della Legalità’.

L’appuntamento, organizzato da “LGS Impresa Sociale”, si è tenuto nell’aula consiliare di Velina giovedì 3 e sabato 5 aprile. L’obiettivo del progetto è quello di educare i giovani alla cultura della legalità, intesa come rispetto della legge, del patrimonio artistico, delle norme stradali e dell’etica sportiva. A fare gli onori di casa in entrambi gli incontri il sindaco di Castelnuovo Cilento, Dr. Eros Lamaida.

Giovedì 3 aprile sono intervenuti Federico Esposito e Riccardo Cristian Falcone dell’associazione “Libera” che dal 1995 sollecita la società civile a lottare contro le mafie; l’ispettore della polizia stradale di Salerno De Somma; e per “Legambiente” Elisa Macciocchi e Alessandra De Sio.

Sabato 5 aprile, invece, è stata la volta, oltre all’Ambrosoli, di Anna Garofalo di “Libera” ed Umberto Flauto dell’associazione “Angelo Vassallo sindaco pescatore”.

All’evento, che ha visto centinaia di studenti impegnati in convegni, seminari, laboratori e visite guidate, hanno partecipato svariati istituti superiori della Campania, Basilicata, Puglia e Lazio.

Grande successo (almeno duecento presenti, tra avvocati e professionisti della sanità a vario titolo) la full immersion organizzata in Salerno, venerdì 8 novembre 2013, dalle ore 9:00 alle ore 19.00 in Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia – Salone “G. Bottiglieri”, dall’Associazione, sul tema: “Il superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari tra Giustizia, Sanità e Welfare – La pericolosità sociale – La dimensione psicosociale della sicurezza – La responsabilità professionale dello psichiatra – L’obbligatorietà delle cure – I luoghi di cura”.

In condominio con la ASL Salerno, con il patrocinio e l’ospitalità della Provincia di Salerno ed il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Salerno, dell’Ordine dei medici e degli odontoiatri della Provincia di Salerno, dell’Università di Salerno, l’associazione ha presentato un vasto e complesso programma, ricco di relatori, interventi e differenti profili di indagine sulle problematiche trattate, tanto da fare sì che i lavori si svolgessero nell’arco dell’intera giornata, con la segreteria organizzativa di: Dott.ssa Giovanna Di Iorio, Dott.ssa Giovanna Fascetta, Avv. Pasquale D’Aiuto e la segreteria scientifica di: Prof. Antonello Crisci, Dr. Adamo Maiese, Dr. Antonio Maria Pagano, autentici ideatori dell’appuntamento.

Ecco il programma: Sezione antimeridiana, ore 9:00 – 13:00.

Saluti delle autorità: Dott. Bruno Ravera, Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi di Salerno. Avv. Americo Montera, Presidente Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Salerno. Avv. Silverio Sica, Presidente della Camera Penale di Salerno.

Presentazione della giornata di lavoro: Dr. Adamo Maiese, Dr. Antonio Maria Pagano

Relazione introduttiva: Prof. Luigi Kalb, “Procedimento penale e pericolosità sociale”

Per il Primo modulo, tavola rotonda sul tema “Disposizioni e disponibilità tra Giustizia e Sanità”;
Moderatori: Prof. A. Crisci, Dr. L. Pizza.

Interventi: Dott. ssa T. Di Fiandra, “Dal D.P.C.M. 1.04.2008 all’art. 3/ter, L. n. 9/2012”; Prof. A. Castaldo, “Paziente in cura e responsabilità penale dello psichiatra”; Dr. E. Straticò, “Pericolosità situazionale: un concetto per l’odierna buona pratica in OPG”; Dr. A.M. Pagano, “Le funzioni peritali per l’integrazione tra servizi”; Avv. S. Sica, “Obbligatorietà delle cure: come garantire il paziente e la comunità?” Dott. A. Greco, “Il servizio curante quale ausiliario privilegiato nel giudizio di pericolosità sociale”; Dott. V. Di Nicola, “Il diritto alla salute del non imputabile e spazi interpretativi per il giudice tra applicazione di misure di sicurezza detentive e libertà vigilata con prescrizione”.

Dopo un’ora di break, si è aperta la sezione pomeridiana del convegno, dalle ore 14:00 – alle 19:00. Il secondo modulo prende l’emblematico titolo di “Aspettando Godot! In attesa delle strutture sanitarie extraospedaliere per il superamento degli OPG”

Moderatori: Dr. W. Di Munzio, Dr. L. Pizza.

Interventi: Dott.ssa T. Di Fiandra, “Il quadro nazionale del percorso di superamento degli OPG”; Dr. A. M. Pagano, “Organizzazione e integrazione nell’assistenza ai sofferenti psichici autori di reato”; Dr. E. Straticò, “Sicurezza no, safety sì?”. Al termine di questa sezione del convegno è stato dato spazio alle esperienze relative agli argomenti precedentemente trattati. Per la regione Veneto: Dr. T. Maniscalco; “Casa Don Girelli. Un progetto sperimentale veneto dedicato”; Per la regione Lombardia: Dr. G. Rivellini, “Pazienti autori di reato e superamento OPG. Le risposte a tre anni dall’apertura del Centro Psichiatrico Forense “Gonzaga”; per la regione Toscana: Dr. M. Iannucci, Dr.ssa G. Brandi: “Decostruzione perseverante dell’OPG. Reclusione e Follia. Salute Mentale e Carcere”; per la Regione Campania: Dr. A. Iaccarino; “La sezione di salute mentale in carcere per le donne”; Dr. M. Pennino, “Criticità e prospettive del percorso di dismissione dell’OPG di Napoli”. Per la ASL di Salerno: Dr. F. Iuliano, Dr. N. Troisi; Dr.ssa G. Castaldo, Dr. A. De Martino,Dr.ssa A. Ruberto; “Le sinergie tra il dentro ed il fuori”.

Le conclusioni sono state rese dal Dr. A. Maiese.

Relatori:
Prof. Luigi Kalb; Ordinario di Procedura Penale Università degli Studi di Salerno.
Prof. Andrea Castaldo; Professore Ordinario di Diritto Penale, Dipartimento di Scienze Giuridiche (Scuola di Giurisprudenza) presso l’Università degli Studi di Salerno.
Prof. Antonello Crisci; Professore di Medicina Legale presso il Dipartimento di Medicina e Chirurgia, Docente incaricato di Medicina Legale alla Facoltà di Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Salerno.
Dott.ssa Teresa Di Fiandra; Dirigente Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute.
Dott. Vito Di Nicola; Magistrato, Consigliere di Cassazione.
Dott. Alfredo Greco Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Vallo della Lucania.
Avv. Silverio Sica; Presidente Camera Penale Salernitana, Consigliere Nazionale Forense.
Dr. Ettore Straticò; Direttore OPG di Castiglione delle Stiviere (MN).
Dr. Tommaso Maniscalco; Direttore Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda ULSS 21 di Legnago (VR).
Dr. Adamo Maiese; Direttore Dipartimento di Medicina Legale dell’ASL Salerno, area Sud. Responsabile Aziendale Sanità Penitenziaria.
Dr. Walter Di Munzio; Direttore DSM, area Centro e Sud, ASL Salerno.
Dr. Luigi Pizza; Direttore DSM, area Nord, ASL Salerno.
Dr.ssa Gemma Brandi; Responsabile Salute Mentale Adulti, Firenze 1 e 4 e Salute Mentale Istituti di Pena Firenze.
Dr. Gianfranco Rivellini; Responsabile “Area Integrata del Trattamento”, O.P.G. di Castiglione delle Stiviere, Azienda Ospedaliera di Mantova “Carlo Poma”.
Dr. Michele Pennino; Responsabile Area Sanitaria OPG di Napoli.

Dr. Mario Iannucci; Psichiatra presso il servizio Salute Mentale Firenze 1 e 4 e della CC di Sollicciano in Firenze. Responsabile SRP “Le Querce” Firenze.
Dr. Antonino Iaccarino; Responsabile servizio Salute Mentale in carcere c/o Casa Circondariale di Pozzuoli, ASL Napoli Nord.
Dr. Antonio Maria Pagano; Responsabile ASL Salerno Superamento OPG e Salute Mentale in Carcere.

L’evento è stato accreditato ECM N. 5368-1300351 per medici specialisti in psichiatria, medici specialisti in medicina legale, psicologi, infermieri, educatori professionali, tecnici della riabilitazione psichiatrica.
L’evento è stato accreditato per gli avvocati con N. 6 crediti formativi.

Leggi: http://www.cilentonotizie.it/dettaglio/?articolo=salerno-venerdi-8-si-parlera-di-ospedali-psichiatrici-giudiziari-con-l-associazione-giorgio-ambrosoli&ID=18178#ixzz2lbZe7SJ6

L’Associazione ha presentato, con larga partecipazione di pubblico e grande soddisfazione di relatori ed astanti, IL SEMINARIO SUL TEMA

“IL REATO INFORMATICO”, nell’ambito del quale è stata presentata, con l’intervento degli autori, la pubblicazione “I reati informatici. Disciplina sostanziale e questioni processuali” (Giuffrè, 2013) a cura di Gianluca D’Aiuto e Luigi Levita.

L’evento, tenutosi in data 17 LUGLIO 2013 in Salerno, Sala Conferenze presso la sede dell’ANCE SALERNO, dopo i saluti di rito ha visto seguirsi, nell’ordine:INTRODUZIONE a cura del Dott. Antonio Lombardi, Presidente ANCE – Sezione di Salerno

RELAZIONI

Dott. Matteo Torlino, Informatico, dottore in informatica e giurisprudenza. Co-fondatore dell’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno: “Difettosità della norma informatica e suo riverberarsi sul principio di legalità”

Dott. Luigi Levita, Giudice del Tribunale di Nocera Inferiore. Componente della Commissione di Studio in Diritto e Processo Penale dell’Associazione Nazionale Magistrati: “Le nuove frontieredella criminalità informatica”

Avv. Gianluca D’Aiuto, Professionista iscritto all’Ordine degli Avvocati di Vallo della Lucania: “L’acquisizione del dato informatico”

Dott. Emiliano Spira, Dottore in informatica, Docente di Computer Grafica – specializzazione Technical Director: “Il sequestro inambiente informatico”

MODERATORE Avv. Pasquale D’Aiuto, Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno. Co-Fondatore e Segretario dell’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno

La partecipazione ha attribuito n. 3 crediti formativi agli Avvocati

INAUGURAZIONE DEL LARGO GIORGIO AMBROSOLI A SALERNO!

Il 7 giugno 2013, alle ore 11:30 in Via Torrione, altezza n. 90, di fronte al Forte La Carnale, è stato inaugurato Largo Giorgio Ambrosoli a Salerno. L’iniziativa dell’Associazione è stata premiata dal Comune di Salerno, il quale ha mostrato la consueta sensisibilità istituzionale accogliendo la nostra richiesta.

Intervenuti, per l’Associazione, il Presidente Raffaele Battista ed il Segretario Pasquale D’Aiuto.

Il Vicesindaco Avossa, in rappresentanza del Comune di Salerno, con entusiasmo ha patrocinato l’evento, auspicando nuove iniziative comuni.

Salerno è la prima città del Sud Italia a commemorare l’esempio del Nostro! Che Largo Ambrosoli possa incarnare lo spirito dell’Avvocato, divenendo punto d’incontro di chi intende seguirne l’esempio.

Con un enorme successo di pubblico, L’ASSOCIAZIONE HA PRESENTATO IL SEMINARIO SUL TEMA “IL SUPERAMENTO DEGLI OSPEDALI PSICHIATRICI GIUDIZIARI TRA GIUSTIZIA, SANITÀ E WELFARE”LUNEDÌ 13 MAGGIO 2013, ore 16:00 – 19:00.

Salerno, Palazzo di Giustizia, Aula “M. Parrilli”.

Nel corso dei lavori è stato presentato il libro “Il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari tra giustizia, sanità e welfare” (AA. VV., a cura di A.M. Pagano e V. De Santis, ed. Fondazione CeRPS, 2013). Presenti gli autori ed i curatori.

SALUTI DELLE AUTORITÀ

INTRODUZIONE

Avv. Pasquale D’Aiuto, Segretario dell’Associazione.

GIUSTIZIA

Dott. Alfredo Greco, Magistrato, Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vallo della Lucania

Prof. Gaspare Dalia, Avvocato, Ricercatore di Procedura penale, Università degli Studi di Salerno

SANITÀ

Dr. Giuseppe Nese, Psichiatra, Coordinatore del Gruppo tecnico per il superamento degli O.P.G. della Regione Campania

WELFARE

Prof. Vittorio Dini, Professore Ordinario di Storia delle dottrine politiche, Università degli Studi di Salerno

Dott.ssa Rita Romano, Direttore dell’Istituto a Custodia Attenuata per il Trattamento dei Tossicodipendenti (ICATT) di Eboli

Dr. Francesco Perrotta, Dirigente Medico, Direttore Integrazione Socio-Sanitaria, ASL Salerno

HA MODERATO E CONCLUSO Prof. Luigi Kalb, Professore Ordinario di Procedura penale, Università degli Studi di Salerno

La partecipazione ha attribuito n. 3 crediti formativi agli Avvocati.

Grande successo di pubblico e… critica per l’ultimo seminario organizzato dall’Associazione. Sul web è possibile rinvenire moltissimi link; sulla carta stampata l’Associazione è comparsa su “La Città di Salerno”, il “Roma”, “Cronache del Mezzogiorno”, “Il Mattino”.

“IL DANNO ESTETICO: UN APPROCCIO SISTEMATICO

LUNEDÌ 15 APRILE 2013, ore 16:00 – 19:00 Salerno, Palazzo Sant’Agostino – sede della Provincia – Salone “G. Bottiglieri”

SALUTI DELLE AUTORITÀ

RELAZIONI:

Dr. Rocco Carfagna, Medico chirurgo, specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica; membro della SICPRE (Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica). “Il danno estetico: tra medico e paziente”

Dr.ssa Monica Contaldi, Medico chirurgo, specialista in Medicina legale. “Valutazione del danno estetico: aspetti medico legali”

Avv. Alessandro Luzon, Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Roma. “Danno estetico: ragioni in diritto ed istanze risarcitorie”

Dott. Cesare Taraschi, Magistrato ordinario in servizio presso il Tribunale di Salerno con funzioni di giudice civile. “Esame dell’istanza risarcitoria da danno estetico. Orientamenti dottrinali e giurisprudenziali”

Dott. Marco Porzio, Dirigente responsabile “liquidazione sinistri r.c. generale, professionale, prodotti” di Generali Business Solution – area liquidativa.“Danno estetico e responsabilità civile: prassi liquidative e criteri di quantificazione. Analisi di casi pratici”

MODERATORE: Avv. Pasquale D’Aiuto, Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno. Co-Fondatore e Segretario de L’A.G.A.S.

La partecipazione all’incontro ha attribuito n. 3 crediti formativi agli Avvocati

L’A.G.A.S. ha tenuto, in data 2 luglio 2012, un SEMINARIO SUL TEMA “LEGALITÀ NELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE: ETICA, QUALITÀ, SICUREZZA”. Location, la prestigiosa sala “G. Bottiglieri” di Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia.

Significativi ed onorevoli i patrocini di Provincia di Salerno; Ordine degli Avvocati di Salerno; INAIL Campania; Ordine degli Ingegneri di Salerno; Confindustria Salerno; Unimpresa – Associazione provinciale di Salerno; Ubi – Banca Carime.

Con la preziosa collaborazione di ANCE SALERNO.

Dopo i SALUTI DELLE AUTORITÀ, tra cui il Direttore dell’Inail Salerno, Dott.ssa Ida Volino, la quale ha puntato il dito sul problema della sicurezza sul lavoro e della cultura della legalità ed il Presidente di Unimpresa Salerno, Dott. Demetrio Cuzzola, il quale ha prospettato una serie di problematiche in merito al rapporto tra Legge ed Industria, non dimenticando le piccole imprese che rappresentano l’ossatura del nostro sistema economico, il pubblico ha potuto ascoltare l’INTRODUZIONE a cura del Dott. Raffaele Battista, Capo di Gabinetto della Questura di Salerno; Co-Fondatore e Presidente de L’A.G.A.S., il quale ha letto la famosa missiva dell’Avv. Giorgio Ambrosoli alla moglia Anna, pubblicata su questo sito.

Di poi, RELATORI E TEMI: Avv. Francesco Aversano, Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno; docente ed esperto di legislazione alimentare: “Sicurezza ed ethos del consumatore”;

Dr. Domenico Demasi, PhD, Sr. Manager Quality Assurance – “Cubist Pharmaceuticals, Inc.”: “Legalità nell’industria farmaceutica: codice etico e norme di buona fabbricazione”;

Prof. Ing. Giorgio Donsì, Ordinario di “Impianti chimici” presso l’Università degli Studi di Salerno: “La sicurezza di processo nelle produzioni alimentari”;

Dott. Nicola Gaverina, Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione –“Ferrero S.p.A.”: “Legalità e sicurezza sul lavoro: un vantaggio competitivo?”;

Ing. Giuseppe Giacumbi, Consulente e libero professionista: “Il legame tra legalità e vita negli ambienti produttivi industriali”.

DOVEROSO evidenziare l’onore straordinario di ospitare il Prof. Giorgio Donsì, già Rettore dell’Università degli Studi di Salerno.

MODERATORE è stato l’Avv. Pasquale D’Aiuto, Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno. Co-Fondatore e Segretario de L’A.G.A.S.

La partecipazione all’incontro ha attribuito, grazie al patrocinio morale dell’Ordine degli Avvocati di Salerno, n. 3 crediti formativi agli Avvocati intervenuti.

COORDINATORE DELL’EVENTO L’ING. GIUSEPPE GIACUMBI, IL QUALE FIGURAVA ANCHE TRA I PREGEVOLI E STIMATI RELATORI.

CON IL PATROCINIO DELL’A.G.A.S, il 12 maggio 2012 si è tenuto, ad Amalfi, Palazzo di città, Salone “Morelli”, SEMINARIO SUL TEMA “MEDIAZIONE, DIFFAMAZIONE E RISARCIMENTO DEL DANNO”.

Dopo i saluti delle AUTORITÀ, si sono succeduti i seguenti relatori con i temi indicati:

Dott.ssa Angela Mendola,

Docente accreditato dal Ministero di Giustizia in materia di mediazione e ADR; Conciliatore specializzato

Mediazione civile e diffamazione: i benefici dell’alternativa alla giurisdizione

Dott.ssa Daniela Mendola,

Docente accreditato dal Ministero di Giustizia in materia di mediazione e ADR

Negoziazione assistita ed obbligo di informativa dell’avvocato

Dott. Luca Iovine, Componente Direttivo Giovani Confindustria

Mediazione: libera ricchezza economica

Avv. Mario Valiante, penalista, cassazionista

La diffamazione a mezzo stampa

Avv. Pasquale D’Aiuto, professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno; Co-fondatore e Segretario dell’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno

La diffamazione nella Giurisprudenza: casi emblematici

Avv. Wilma Fezza,

Cassazionista, Presidente dell’Associazione Forense Giustizia al Femminile

Mediazione e risarcimento: criteri applicativi

CONCLUSIONI

Avv. Prof. Marco Marinaro, Docente universitario di Diritto Processuale Civile a contratto nella S.S.P.L. presso l’Università “Federico II” di Napoli; arbitro e conciliatore Consob; mediatore CCIAA Salerno

MODERATORE

Avv. Francesco Dipino, Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno

La partecipazione all’incontro HA ATTRIBUITO n. 5 crediti formativi per gli Avvocati, di cui n. 1 in deontologia forense

ORGANIZZAZIONE

Angela Mendola – a.mendola@yahoo.it, Daniela Mendola –danielamendola86@yahoo.it

Il dott. Raffaele Battista è intervenuto in due importanti conferenze sul valore della educazione nella prevenzione del crimine all’Università Cattolica di Roma.

Nei giorni scorsi, il dott. Raffaele Battista, Capo di Gabinetto della Questura di Salerno e, naturalmente, Presidente e fondatore dell’A.G.A.S., ha partecipato, presso la sede del “Collegio Nuovo Jovanneum” del Policlinico Gemelli a Roma, libero dal servizio, invitato quale relatore, a due conferenze indette nell’ambito di un cineforum organizzato dall’Università Cattolica di Roma, Facoltà di Medicina ed Economia, sul tema Crescere nella verità e nel bene Il ruolo fondamentale dell’educazione nella prevenzione del crimine” (foto).

In particolare, martedì 6 marzo u.s., dopo la premiazione del filmEvil il ribelle” di Mikael Halfstrom, ha partecipato ad una tavola rotonda guidata dal prof. Vincenzo Mastronardi, noto psichiatra italiano e docente all’Università La Sapienza di Roma, alla quale è intervenuto anche il dr. Angelo Esposito del Gabinetto del Ministro di Grazia e Giustizia Paola Severino, sul tema “Il ruolo dell’educazione nella prevenzione del crimine, metodi di educazione e rieducazione alla legalità, la cinematografia come strumento di correzione (film therapy).

Per il primo dirigente della Polizia di Stato Raffaele Battista, “Evil il Ribelle pone interrogativi sul rapporto tra i cittadini e un vero e proprio clima di disagio violento: il film racconta, infatti, di una famiglia pressoché inesistente”.

Ma da trent’anni a questa parte il rapporto che vige tra “forze dell’ordine e cittadino italiano è cambiato. Molti anni fa, l’operato della polizia si giudicava in base a delle statistiche che non coglievano tanti fattori importanti. Ora si giudica dalla percezione di sicurezza che il cittadino avverte”.

Inoltre,negli anni ’70 e ’80 era impensabile per un poliziotto entrare nelle scuole e parlare agli studenti di legalità. Ma da qualche anno a questa parte, il clima è cambiato e troviamo molto riscontro nei più giovani”.

Giovedì 8 marzo u.s., dopo la proiezione del filmGli Intoccabili” di Briam De Palma, il dr. Battista ha discusso con gli studenti sulle problematiche connesse al crimine organizzato in Italia.

Alle proiezioni hanno partecipato oltre cento studenti, nonché docenti e dirigenti dell’Università Cattolica.

Sala gremita e profondo interesse in occasione del seminario – con gli onorevoli patrocini di: Provincia di Salerno; Unicef – Comitato di Salerno; Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Salerno; Associazione Italiana Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia e con la gradita collaborazione di UBI-BANCA CARIME – sul tema LA TUTELA DEI DIRITTI DEL FANCIULLO: ASPETTI GIURIDICI E PSICOLOGICI”.

L’incontro, che ha attribuito n. 3 crediti formativi per gli Avvocati nonché n. 1 credito universitario per gli iscritti alla facoltà di Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Salerno e che costituiva evento formativo ufficiale per le Polizia di Stato, si è tenuto in Salerno, Palazzo Sant’Agostino – Sede dell’Amministrazione Provinciale – Aula “G. Bottiglieri”, il giornoVENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012, ORE 16:00 – 20:00.

Malgrado la complessità dell’argomento, i relatori sono riusciti a mantenere viva l’attenzione d’un pubblico colto e variegato, grazie all’esperienza ed alla estrema competenza che – non avevamo dubbio, al riguardo! – hanno saputo mostrare anche in questa occasione. L’Associazione li ringrazia ancora e pubblicamente per il loro straordinario apporto di qualità, cultura ed entusiasmo.

RELATORI E TEMI:

Dott.ssa Giovanna Ancora Niglio, Presidente del Comitato Provinciale Unicef – Salerno: La Convenzione internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e i diritti negati; Dott.ssa Angela Mendola, Docente accreditato dal Ministero di Grazia e Giustizia in materia di mediazione e ADR; Conciliatore Specializzato: Uno spazio protetto: la mediazione familiare come presidio europeo a salvaguardia del fanciullo nel conflitto genitoriale;Dott.ssa Pina Cucco, Psicologa e psicoterapeuta; Giudice Onorario presso il Tribunale dei Minori di Salerno; Prof.ssa a contratto presso l’Università degli Studi di Salerno: L’ascolto e la partecipazione del minore nella modifica dei legami familiari conseguenti alla separazione dei genitori; Dott.ssa Daniela Mendola, Docente accreditato dal Ministero di Grazia e Giustizia in materia di mediazione e ADR; Conciliatore Specializzato: Legge 54/2006: dal principio della bigenitorialità al tentativo di mediazione; Dott. Vincenzo Starita,Giudice presso il Tribunale dei Minori di Salerno: Il minore reo e sua rieducazione nel procedimento penale minorile; Prof.ssa Virginia Zambrano, Docente Ordinario di Diritto Privato Comparato presso l’Università degli Studi di Salerno: L’audizione del minore. Profili comparatistici.

L’Avv. Pasquale D’Aiuto, Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno. Co-Fondatore e Segretario dell’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno ha moderato la serata.

In data 30 settembre 2011,

CON IL PATROCINIO DI: CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VALLO DELLA LUCANIA; ANCE, SEZIONE DI SALERNO; PEGASO, UNIVERSITA’ TELEMATICA,

L’A.G.A.S. HA PRESENTATO, CON DIBATTITO, LE PUBBLICAZIONI GIURIDICHE DAI TITOLI Violenza in famiglia. Questioni processuali, di Gianluca D’Aiuto e Violenza in famiglia. Percorsi giurisprudenziali di Emilia Anna Giordano e Mariella De Masellis.

L’evento si è tenuto presso il Tribunale di Vallo della Lucania. In una sala “G. Sofia” gremita, hanno partecipato: per il Consiglio dell’ordine degli Avvocati di Vallo della Lucania, l’Avv. Paola Maio, la quale ha recato i saluti dell’Ordine; il Dott.Raffaele Battista, Capo di gabinetto della Questura di Salerno, Co-fondatore e Presidente dell’Associazione Giorgio Ambrosoli; la Dott.ssa Emilia Anna Giordano, magistrato. Consigliere presso la Corte d’Appello di Salerno; la Dott.ssa Mariella De Masellis, magistrato. Consigliere presso la Corte d’Appello di Salerno; l’Avv. Gianluca D’Aiuto, professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Vallo della Lucania; la Dott.ssa Elisabetta Garzo, magistrato. Presidente del Tribunale di Vallo della Lucania; ilDott. Alfredo Greco, magistrato. Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Vallo della Lucania; il Dott. Silvestro Calabrese, psicologo. Giudice onorario presso il Tribunale per i minori di Salerno; socio fondatore dell’equipe multi-disciplinare “Psy.co.me.te.”

La serata è stata moderata dall’Avv. Pasquale D’Aiuto, Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno. Co-Fondatore e Segretario dell’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno

La partecipazione all’incontro ha attribuito 3 crediti formativi per gli Avvocati.

Grande successo per gli incontri del 16 e 19 settembre scorsi. Gremite le aule “Bottiglieri” e “Parrilli”, rispettivamente presso la Provincia di Salerno e la Corte d’Appello della stessa città.

Il convegno del 20 maggio 2011, dal titolo “Criminalità alimentare. Sicurezza del consumatore e difesa della legalità”, è stato un successo. L’incontro, svoltosi presso la Camera di Commercio di Salerno, ha visto una sala gremita e la partecipazione di esponenti della politica locale e nazionale. Il patrocinio all’evento è stato reso dalla Camera di Commercio di Salerno e dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati del medesimo Foro, il quale ha assicurato l’accreditamento agli intervenuti di n. 3 C.F. In rete sono presenti tutte le info sull’evento; per un esempio, basti consultare il seguente link di Google.

L’A.G.A.S., in persona del Presidente, Angelo Raffaele Battista; del segretario, Avv. Pasquale D’Aiuto e del socio Ing. Giuseppe Giacumbi è ottimista in merito alla possibilità dell’intitolazione di una strada del Comune alla memoria dell’Avv. Ambrosoli (nel link, l’istanza a cura dell’AGAS).

Inoltre, presso l’aula “Parrilli” della Corte d’Appello di Salerno, si è tenuto un incontro, con la concessione di n. 3 crediti formativi agli avvocati partecipanti, incentrato sulla figura del Commissario Liquidatore, nel ricordo dell’Avv. Ambrosoli. Il 21 gennaio 2010, alle ore 16:00, la sala era gremita di persone attente ed interessate, del settore o meno; è stato necessario utilizzare anche la bibloteca del Tribunale, con il servizio di tele-trasmissione degli interventi tramite circuito interno, al fine di contenere l’entusiastica affluenza degli intervenuti. Per info sul’iniziativa, è possibile consultare l’apposita pagina del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Salerno – OrdAvvSa.

Per un resoconto significativo, ecco un graditissimo (almeno, per noi!) link. Pubblichiamo anche un collegamento ad acuneimmagini tratte dall’incontro nonchè ad un ulteriore commento giornalistico.

Il Comune di Amelia (TR) ha invitato il Presidente dell’A.G.A.S., Raffaele Battista, a presenziare, in data 26 marzo 2011, alla cerimonia d’intitolazione d’una strada alla memoria dell’Avv. Giorgio Ambrosoli.

Il lancio-stampa è avvenuto il 1° ottobre 2010. Testate locali e nazionali hanno divulgato la notizia della sua fondazione; ecco alcuni link:

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/salerno/notizie/cronaca/2010/30-settembre-2010/salerno-nasce-associazione-memoria-giorgio-ambrosoli-1703864914604.shtml

http://www.salernonotizie.it/

http://www.salernomagazine.it/index.php/archives/7488

http://targatosa.it/index.php/2010/09/30/a-salerno-nasce-l-associazione-giorgio-ambrosoli/

http://www.dentrosalerno.it/web/2010/10/02/salerno-associazione-giorgio-ambrosoli-per-la-legalita/

http://pontecagnano-faiano.virgilio.it/notizielocali/Salerno-nasce-unassociazione-in-memoria-di-Giorgio-Ambrosoli-26297095.html

Il Mattino di Napoli, La Città di Salerno ed Il Nuovo Salernitano hanno dedicato articoli – in formato cartaceo – all’A.G.A. Salerno.

L’AGAS è sui più comuni e noti motori di ricerca.

“Mediazione Civile: Ratio, Applicazione e questioni di costituzionalità”, un incontro sul tema a Salerno
Martedì 13 dicembre 2011, dalle ore 16:00 alle ore 19:00, presso il Palazzo di Giustizia di Salerno, Aula “M. Parrilli”, L’Associazione “Giorgio Ambrosoli Salerno – A.G.A.S.”, con il patrocinio dell’Ordine degli avvocati di Salerno, ha tenuto l’atteso incontro sul tema: “Mediazione Civile: Ratio, Applicazione e questioni di costituzionalità”, nell’ambito del quale sono state presentate, nell’ottica della materia trattata, le pubblicazioni “Il patto di famiglia” – “I contratti” – “I diritti reali” (ed. I libri della Leda, 2011) a cura di Angela Mendola, Cristina De Rose e Daniela Mendola.

Moderatore della serata è stato l’Avv. Pasquale D’Aiuto Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno.Co-Fondatore e Segretario dell’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno.

Dopo i saluti delle autorità intervenute, è seguita l’introduzione e la presentazione al tema dell’Avv. Cristina De Rose, Professionista iscritta presso l’Ordine degli Avvocati di Cosenza e responsabile scientifico di “Concilia qui S.r.l.”. Di poi, le brillanti argomentazioni delle Dott.sse Angela Mendola e Daniela Mendola, conciliatrici specializzate e docenti accreditate dal Ministero di Grazia e Giustizia in materia di Mediazione ed ADR.

Molto attesi gli interventi dell’Avv. Prof. Marco Marinaro Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno; docente universitario a contratto; arbitro della Camera di conciliazione ed arbitrato presso la Consob; mediatore professionista e del Dott. Mario Pagano, Giudice presso il Tribunale civile di Salerno.

Viene denominata mediazione, l’attività, comunque definita, svolta da un terzo imparziale e indirizzata ad assistere due o più soggetti, sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia (c.d. mediazione compositiva), che nella enunciazione di una proposta per la deliberazione della controversia (c.d. mediazione propositiva).

La mediazione è il dispositivo per addivenire alla conciliazione ed allo scopo di giungere a ciò, vi è il supporto degli organismi, ovvero enti pubblici o privati, abilitati a svolgere il procedimento di mediazione (senza l’autorità per imporre una soluzione), iscritti in un registro istituito con decreto del Ministro della Giustizia. La mediazione civile si assume il compito di deflazionare il sistema giudiziario italiano rispetto al sovraccaricato degli arretrati essendo questi a rischio di accumulare nuovi ritardi. E’ con la finalità di evitare tali avvenimenti che ha preso vita il nuovo istituto della mediazione civile e commerciale, approvato con il decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28 (Gazzetta Ufficiale 5 marzo 2010, n. 53) attuativo della riforma del processo civile (Legge 69/2009). trattasi di una innovazione che, quando giungerà a regime, sarà indirizzata a trasformare la mappatura del processo civile. Allo scopo di portare lumi su questo importante argomento L’A.G.A.S. – Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno, pone all’attenzione del pubblico interessato alcune pubblicazioni inerenti l’argomento e le relazioni illustrative specifiche di autorità della materia.

La partecipazione all’incontro ha attribuito n. 3 crediti formativi per gli Avvocati

Leggi: “Mediazione Civile: Ratio, Applicazione e questioni di costituzionalità”, un incontro sul tema a Salerno – 08.12.2011 http://www.cilentonotizie.it/dettaglio/?ID=9876#ixzz1fvzoOgGU

L’Associazione Vi invita a consultare l’articolo in merito al Nostro, a firma del Segretario Avv. Pasquale D’Aiuto, comparso sulla rivista “La Mandragola”, mese di gennaio 2012.

Annunci